Finalmente vernici "bio"!

Da una intensa collaborazione con la prestigiosa azienda olandese DSM nasce la nuova linea di vernici all’acqua per interni “Iridea Bio“.
Le nuove vernici della linea “Iridea Bio” sono realizzate con materiali rinnovabili derivanti da innovativi processi di raffinazione di sostanze vegetali “di scarto” non competitive con l’alimentazione umana.
Le vernici realizzate su base vegetale di ICA Group hanno durezza, resistenza chimica e resistenza alla luce, nonché lavorabilità industriale, analoghi ai corrispettivi prodotti ICA di derivazione petrolifera.
Sono formulate con resine di natura acrilica e, rispetto ai prodotti già presenti sul mercato formulati con resine alchidiche da fonti rinnovabili, sono più rapide da essiccare, hanno un maggiore potere antingiallente e una superiore durezza. Inoltre i fondi mono e bicomponenti della linea IRIDEA BIO hanno superiore carteggiabilità e resistenza alla sovrapplicazione rispetto ad omologhi di derivazione alchidica, permettendone l’utilizzo in cicli di lavorazione industriali ad alta produttività. L’ideazione di un prodotto innovativo e distintivo come IRIDEA BIO è il risultato di diversi anni di studio, sperimentazione e collaborazione con un’azienda leader mondiale nel settore chimico come DSM.
Già a partire dal 2013 i laboratori di ricerca e sviluppo del gruppo ICA iniziano a pensare e a testare, in ottica di sostenibilità ambientale, una nuova formulazione per quello che era il fiore all’occhiello della produzione, ovvero le vernici a base acqua per interni. La collaborazione con DSM, partner tecnologico importante, con una significativa esperienza nella produzione di resine derivanti da fonti rinnovabili, si concretizza con l’inserimento di materiali innovativi derivanti da fonti rinnovabili nella formulazione di vernici a base acqua per interni.
“Iridea Bio” è l’ultimo ritrovato tecnologico di Ica Group, un prodotto dalle caratteristiche tecniche eccellenti sviluppato nel pieno rispetto ambientale e della salute degli utilizzatori finali.
Grazie alla collaborazione con l’Università di Camerino e l’Università La Sapienza di Roma, sono stati eseguiti dei test su “Iridea Bio” per valutare la “biogeneticità” del materiale impiegato, ovvero delle indagini circa la natura del carbonio presente nelle vernici per verificarne la derivazione da fonti fossili o da biomassa vegetale. Utilizzando la tecnica della datazione al C14, è stato possibile determinare un contenuto rinnovabile che varia dal 30 al 40 per cento.
Questa analisi è una ulteriore conferma e garanzia di “Iridea Bio” come prodotto innovativo ma soprattutto sostenibile per l’ambiente e per la salute di chi lo vive.