Inside Biesse 2018: porte aperte all’innovazione

L’edizione 2018 dell’ “Inside” di Biesse, in programma dal 17 al 24 ottobre presso il campus di Pesaro, si preannuncia ricco di novità: a partire dalla durata…ben sette giornate a disposizione di clienti e partner per mostrare a tutti quanti e quali passi in avanti abbia fatto il gruppo pesarese a proposito di trasformazione digitale e di automatizzazione dei processi produttivi.

“Vista la sempre crescente richiesta di partecipazione dei nostri clienti, abbiamo deciso di estendere la durata dell’evento dando l’opportunità a tutti di visitare il mondo Biesse e le possibilità di crescita che offre”, ha commentato Federico Broccoli, direttore della Divisione legno/Sales & direttore della Divisione filiali. “Promuoviamo, diffondiamo e supportiamo la consapevolezza tra i clienti di essere dentro l’innovazione non solo come utenti, ma come protagonisti. La rivoluzione dei processi di produzione in corso in quest’epoca deve essere cavalcata e nessun settore è immune al cambiamento in atto. Tutti gli imprenditori devono quindi fare i conti con l’incontrovertibile necessità di ripensare il loro modello produttivo. Per questo vogliamo offrire ai nostri clienti gli asset tecnologici vincenti”.

I visitatori avranno a loro disposizione i cinquemila metri quadrati di show room, dove saranno raccolte le più innovative tecnologie di Biesse per la lavorazione del legno integrate e supportate da software e servizi per l’automazione e la digitalizzazione della fabbrica. Più di 30 macchine dedicate alla lavorazione del legno, quattro linee automatizzate per differenziati processi e lotti di produzione, software e servizi digitali perfettamente integrati per rispondere a tutte le esigenze del settore.

Tra le novità proposte la nuovissima tecnologia “RayForceSystem” per l’applicazione del bordo su pannelli sagomati grazie allo strato del bordo reattivo alle lampade agli infrarossi.

Ancora una volta i grandi protagonisti dell’evento sono i sistemi robotizzati per la manipolazione dei pannelli, macchine guidate da software per la gestione di ogni necessità, in grado di svolgere il lavoro in tempi predeterminati e sempre con lo stesso standard di qualità.

Biesse punterà ovviamente i riflettori sulle funzionalità di “Sophia”, la piattaforma di servizi per semplificare e razionalizzare la gestione del lavoro che, sul mercato da poco più di un anno, ha riscontrato grande interesse e soddisfazione, ricevendo anche diversi premi per il proprio carattere innovativo in tutto il mondo. A questo proposito vale la pena di ricordare che negli ultimi otto mesi sono state vendute più di 1.100 macchine Biesse – tra centri di lavoro, bordatrici e sezionatrici – attrezzate con il pacchetto “Sophia”.

Biesse, sempre attenta a offrire ai propri clienti le migliori opportunità di crescita, ha perfettamente colto la grande evoluzione in atto anche nella filiera del legno e quanto sia necessario rivolgere le proprie attenzioni ai cambiamenti del mercato per rispondere con prodotti e servizi adeguati. “Abbiamo capito che per offrire il massimo ai nostri clienti dovevamo evolvere noi prima e meglio di tutti gli altri intervenendo strutturalmente su processi e progetti, investendo in ricerca e sviluppo e nei piani di crescita delle risorse umane”, a detto Stefano Calestani, direttore Innovazione Servizio Biesse. “Un altro importante passo in questa direzione sono gli investimenti che l’azienda sta compiendo a supporto della formazione e delle carriere Service. Durante l’evento, il 18 ottobre, sarà inaugurata la Biesse Academy per Service, il nuovo Centro Training dedicato a tutta la rete Service di Biesse, comprendendo i tecnici della sede centrale, delle filiali e dei rivenditori nonché gli operatori dei clienti. Il primo obiettivo che si pone l’Academy è quello di valorizzare i “junior”, cioè tutti quei giovani entrati da poco in azienda nell’ambito Service e che devono rapidamente acquisire le competenze sufficienti per iniziare a svolgere interventi tecnici in autonomia. Siamo concentrati sulla creazione di valore, sostenendo lo sviluppo di competenza per le future generazioni con modalità che rappresentano una rottura importante rispetto al passato”, ha proseguito Calestani: “… il percorso dell’Academy è una tappa fondamentale nella crescita dei talenti che Biesse sta regolarmente assumendo, con l’obiettivo di potenziare le strutture interne e Services world wide”.

Biesse ha, inoltre, dedicato parte delle proprie risorse allo sviluppo di un nuovo progetto dedicato all’accoglienza dei clienti all’interno del campus basato su una molteplicità di servizi ad alto livello, che spaziano dal supporto tecnico e commerciale alla possibilità di conoscere da vicino le tecnologie e i processi aziendali a supporto dei produttori. “I nostri clienti sono i veri protagonisti del nostro fare e siamo lieti di essere a loro completa disposizione per rendere la visita presso il nostro Campus un’esperienza globale ed unica” ha commentato Raphaël Prati, direttore marketing e comunicazione di Biesse Group; che ha aggiunto: “Inside 2018 di Biesse si prospetta come una delle edizioni più importanti nella sua storia, confermando il carattere innovativo dell’azienda volto alla crescita continua, personale e dei propri clienti”.

BIESSE ACADEMY
La nascita di “Biesse Academy” è certamente uno dei fiori all’occhiello di questa edizione di “Biesse Inside”. Situata a pochi chilometri di distanza dal quartiere generale del gruppo, nel Services Center di Piazzale De Simoni, riunisce aule, laboratori e soprattutto macchine Biesse con le quali i tecnici del gruppo potranno fare formazione teorica e pratica. Ci saranno sette aule, per oltre 260 metri quadrati complessivi, 70 metri quadrati di laboratorio dove svolgere attività pratiche, 1.400 metri quadrati destinati alle macchine per la formazione (“Rover Edge”, “Akron”, “Stream A”, “Sektor”, “Winstore” saranno le prime ad essere installate, a cui poi se ne aggiungeranno presto altre, fra cui “Rover Plast”, “Opera5” ed “Eko 2,1” nel corso del 2019); altri 700 metri quadrati saranno occupati da Biesse System per l’allestimento di alcune linee e la formazione pre-installazione. Al momento sono nove le persone che formeranno il team, con l’obiettivo di potenziarlo rapidamente per far fronte alle esigenze sempre più crescenti di formazione: a oggi sono già stati programmati qualcosa come 200 corsi che saranno frequentati da circa 900 persone. Ma come si è arrivati a questo progetto? Indubbiamente Biesse negli ultimi anni ha avuto una crescita importante Gli “indicatori” di questo successo sono ben visibili, fra cui l’assunzione di nuove risorse sia in Italia che nelle filiali e l’incremento dell’ingresso ordini, del fatturato e delle quote di mercato che confermano la forza del gruppo che ­– come dichiarano a Pesaro , “… è il primo player italiano nel settore e secondo player al mondo per ricavi, con tassi di crescita nettamente superiori ai concorrenti di riferimento”. L’attenzione di Biesse alla soddisfazione dei clienti, la ricerca dell’eccellenza nei servizi attraverso la piattaforma digitale “Sophia” e lo sviluppo della rete sul territorio è frutto degli investimenti sostenuti dall’azienda in asset strategici, fra cui Sales Intelligence, Services, Distribuzione, Marketing e Comunicazione e soprattutto le risorse umane: Biesse ha arricchito enormemente il proprio organico e oggi conta 4.100 dipendenti nel mondo e investe continuamente in formazione e crescita. Come già accennato il primo obiettivo che si pone l’Academy è quello di valorizzare i Junior, i giovani entrati da poco nel Service Biesse per i quali è stata formulata una offerta formativa ad hoc. Si parlerà di meccanica, pneumatica, elettrotecnica o automazione per proseguire con corsi legati al legno ed alle sue principali lavorazioni e finire con corsi incentrati sulla installazione e sulla manutenzione ordinaria delle macchine Biesse. Il primo blocco di corsi sarà erogato già nelle prossime settimane

“Siamo concentrati sulla creazione di una competenza delle future generazioni in un modo che rappresenta una rottura importante rispetto al passato”, afferma Stefano Calestani. Learning by doing è stata sino a oggi la modalità tradizionale per avvicinare le persone nel nostro settore, ma questo approccio spesso significa che siano addestrate in modi vari e disomogenei rispetto alla struttura. Da oggi la formazione in questo nuovo centro di competenza seguirà un percorso guidato che si basa su metodi standardizzati e materiali coerenti, dalla documentazione ai libri. La grande differenza sta nell’approccio – prosegue Calestani – e definiremo profili diversi e classi specifiche per ciascuno. Un nuovo processo di formazione che comincerà dal livello iniziale, con un gruppo di neodiplomati che saranno “abili sul campo” entro sei mesi”.

PARLANDO DI INNOVAZIONE…
… l’attenzione ritorna al già citato “RayForceSystem”, come la definiscono in Biesse “La nuova frontiera della bordatura sagomata”. Il punto di partenza è chiaro: oggi la bellezza degli arredi si basa sull’eleganze e la perfezione e in questo contesto le bordature devono essere impeccabili: un pannello di qualità richiede un bordo in perfetto abbinamento in termini di colore, decoro e finitura. Per questo Biesse ha sviluppato una nuovissima tecnologia per l’applicazione del bordo su pannelli sagomati che, grazie alle prerogative della applicazione con raggi infrarossi che attivano uno specifico strato applicato sui bordi, garantisce la massima qualità di finitura, minori consumi energetici e una assoluta semplicità di utilizzo. La mancanza del “filo colla” garantisce la continuità della superficie del pannello, con un risultato estetico di grande e costante qualità. Rilevante la riduzione dei costi di produzione in paragone alle tecnologie standard che richiedono l’utilizzo della colla; inoltre non serve manutenzione, non sporca, sono eliminati i tempi di attesa di riscaldamento della colla e si riduce drasticamente la sensibilità alle condizioni ambientali. “RayForceSystem” richiede un investimento decisamente inferiore rispetto alla tecnologia laser ed è molto più semplice e sicuro nell’utilizzo. Inoltre, la sua flessibilità, a differenza del laser, consente di usare anche la tecnica tradizionale con colle Eva o Pur con un cambio di attrezzatura manuale semplice e rapido. Una nuova tecnologia che completa le possibilità già offerte dalle bordatrici dotate del sistema “AirForceSystem” di Biesse per la bordatura lineare, potendo così coprire tutte le necessità di processo in questa tipologia di lavorazione.

Per registrarsi: https://bit.ly/2x93aYW.

Inside Biesse 2018: porte aperte all’innovazione ultima modifica: 2018-10-19T12:15:18+00:00 da Rossana