La festa della verniciatura

Il 25 ottobre 2018, nella Sala del Cenacolo, in via San Vittore a Milano, si è tenuta la Festa della verniciatura. L’evento è stato organizzato da “La Rivista del Colore” in occasione dei festeggiamenti per il suo cinquantesimo anno di attività. Tema del giorno è stata la sostenibilità declinata nei vari aspetti: sostenibilità nelle attività economiche, nel design industriale, nelle attività imprenditoriali, nei rapporti di lavoro. La giornata ha avuto inizio con i saluti di Danilo O. Malavolti, presidente dell’Anver e titolare de “La Rivista del Colore”, che ha ringraziato i partecipanti e anticipato i temi della giornata. Successivamente Barbara Soresina, responsabile marketing, planning e project management per il museo, ha incoraggiato l’attività della rivista e ha portato a conoscenza dei partecipanti del sodalizio che si è stretto a partire dal 2015 grazie a Danilo O. Malavolti, con le aziende del settore della verniciatura industriale, grazie al quale è stato restaurato il sommergibile Toti. I saluti istituzionali si sono conclusi con l’intervento di Giuseppe Castagna, amministratore delegato del Banco Bpm, banca che ha finanziato e promosso la giornata.

La mattinata è proseguita con una serie di interventi, Francesca Valan, industrial designer, che ha affrontato il tema della sostenibilità cromatica e Barbara Novellini, presidente della Novellini Industries, che ha parlato di sostenibilità come filosofia produttiva e strategia di marketing. Infine Ali Reza Arabnia, presidente e Ceo di Geico Taikisha, è intervenuto con il suo punto di vista circa il rapporto che si deve creare nell’ambiente di lavoro per rendere sostenibile e produttiva l’attività.

A conclusione della mattinata Danilo O. Malavolti ha chiamato sul palco l’intero staff de “La Rivista del Colore” per ringraziarlo del contributo che da 50 anni permette alla casa editrice di informare e formare. Il momento toccante si è chiuso con la pausa pranzo. Gli ospiti sono stati rapiti da un ricco e raffinato buffet offerto dal Banco Bpm di Milano, ottimo momento di aggregazione e discussione.

Alle 14.30 sono riprese le attività e gli ospiti sono stati richiamati in sala per partecipare attivamente alle cinque tavole rotonde. Tanti spunti interessanti sono scaturiti da questo momento di confronto che ha visto protagonisti quali Davide Niego di Dsm e Alessandro De Bon di Sirca, da alcuni anni fianco a fianco nel promuovere le vernici con materie prime da fonti rinnovabili. Questo ha aperto un dibattito circa il tema della ricerca, affrontato da Paolo Gronchi di Poliefun, che ha illustrato i progetti di ricerca in fase di sviluppo presso il dipartimento di chimica dell’università e dopo di lui Gianfranco Verona della Hydro Italia e Luigi Ravarini della Ravarini&Castoldi si sono confrontati sul tema della formazione tecnica nel mondo della verniciatura. A seguire si è poi parlato di quello che potrebbe essere il contributo del settore nel campo delle vernici “intelligenti”.

Una giornata ricca di spunti interessanti, insomma, che ha tenuto incollati alle sedie gli ospiti, e che si è conclusa con ringraziamenti, tanta approvazione e qualche lacrima. Alcuni degli ospiti hanno poi deciso di approfittare della visita al sommergibile Toti, non prima, però, di aver fatto autografare la propria copia de “La storia della verniciatura in Italia” agli autori.

Per l’occasione è stato presentato anche il libro “Storia della verniciatura industriale in Italia” realizzato per raccontare la storia di questi cinquant’anni nel mondo della verniciatura. 

Nella fotro: Danilo O.Malavolti.

 

La festa della verniciatura ultima modifica: 2018-11-05T10:42:34+00:00 da Rossana